La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 38 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Nome non ha
di Loredana Lipperini

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa


Benvenuti nel Tempio della Ninfa

Lasciatevi cullare dal vento, come foglie appese ai rami.
I dolci e imprevedibili rumori del bosco vi accompagnano e le creature della Natura vi seguono osservandovi curiose.
La Madre vi accoglie con il sorriso della sera, mentre il tramonto disegna linee di fuoco e oceano all'orizzonte e la Luna Piena si erge silenziosa davanti ai vostri occhi.
Mille segreti nascondono le pieghe della Terra... e il canto delle Fate aleggia nell'aria, negli alberi e in ogni stella del cielo, racchiudendo, nelle sue note, la magia del Divino.



Spero che la vostra permanenza nel Tempio possa donarvi gioia.
Violet

La Fiamma accesa
Venerdì, 07 Gennaio 2022 - 21:59 Inviato da : Violet
Racconti Era la sera dell’Epifania, e una fanciulla laboriosa era indaffarata a riordinare, pulire e svolgere tutti i lavori domestici così da ultimarli prima dello scoccare della mezzanotte. Non appena avesse terminato tutto, avrebbe infatti acceso la fiamma per la dea Berchta, offrendole un luogo pulito e luminoso in cui fermarsi durante il suo lungo viaggio notturno. Sapeva che la dama si sarebbe adirata se avesse trovato la casa sporca e disordinata, e soprattutto la fiamma spenta, e lei sperava al contrario nella sua benedizione e nella sua benevolenza, poiché la amava molto.
Il tempo passava e la fanciulla, presa dai pensieri e dai molti impegni, non si accorse che la mezzanotte era trascorsa, e che la notte era divenuta fonda e silenziosa.

Leggi altro... (3444 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Magie d'Inverno. L'Albero dei Desideri
Giovedì, 16 Dicembre 2021 - 01:51 Inviato da : Violet
Ricettario Quando l’inverno si appresta a compiere i suoi primi passi e le luci delle feste solstiziali cominciano ad accendersi, a brillare e a illuminare il buio, i desideri più nascosti iniziano ad affiorare. Attirano l’attenzione, chiedono di essere ascoltati, perché forse è proprio in questo momento dell’anno in cui la magia è più forte, che possono finalmente avverarsi.
Desideri semplici e a portata di mano, oppure più difficili da realizzare, a volte apparentemente impossibili… Eppure l’impossibile non esiste, per questo qualsiasi desiderio, se trova le condizioni più propizie e non contrasta con l’armonia più alta, può esaudirsi.

Leggi altro... (2623 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

L'ombra bianca della Fantasima
Martedì, 14 Dicembre 2021 - 17:30 Inviato da : Violet
Tradizioni Fra i numerosi spiriti e le presenze spettrali che popolano le colline lucchesi, una delle più assidue è la Fantasima, un’entità femminile dalla figura evanescente e indistinta, altissima e spesso vestita di bianco, che appare seduta agli incroci e talvolta segue i viandanti per un certo tratto di strada.
Le sue caratteristiche cambiano a seconda dei diversi luoghi in cui è stata vista e raccontata.

Leggi altro... (6978 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

La Vecchia e la Fanciulla
Mercoledì, 13 Ottobre 2021 - 18:24 Inviato da : Alessandro
Archetipi LA VECCHIA E LA FANCIULLA
Lo Spirito del Grano, Cailleach e Bride, Gyre Carlin


L’ultima manciata di grano falciato simboleggiava lo Spirito del Grano, manifestazione della Luna e della Terra. A mietitura tardiva era chiamata Carlin, Vecchia, mentre a mietitura precoce era chiamata Maiden, Fanciulla, i due aspetti della Dèa più arcaica, Cailleach, l’Anziana dell’Inverno, che a primavera ringiovaniva, o si trasformava in Bride, Regina dell’Estate, la quale, al volgere della stagione, si trasformava in Cailleach. Il nome dello Spirito del Grano nel suo aspetto di Vecchia era contenuto in quello della gigantesca Gyre Carlin, che a Samain vagava nella notte insieme alle Fate, di cui si diceva che fosse Regina.

Leggi altro... (17956 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

L'Isola delle Mele. Morgana in Vita Merlini
Giovedì, 26 Agosto 2021 - 15:33 Inviato da : Alessandro
Antichi manoscritti Vita Merlini, attribuito a Goffredo di Monmouth, è un poema di 1529 versi in esametri latini, databile intorno al 1150, conservato in sette manoscritti: uno con il testo completo, quattro con estratti che assommano a circa metà dell’opera, e due con alcuni frammenti. La presente traduzione è stata condotta sull’unico manoscritto completo: Cotton Vespasian E iv (fol. 112b-138b), pubblicato nell’edizione curata da Edmond Faral, ne La Légende Arthurienne, Études et Documents, Première Partie, Les Plus Anciens Textes, Tome III, Documents, Paris, Champion, 1969, pp. 306-352. I versi tradotti, 908-940, sono alle pp. 334-335.
Sono state consultate, inoltre, tutte le principali versioni in inglese, francese e italiano.

Leggi altro... (4552 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Il Ragno della Luna
Mercoledì, 30 Giugno 2021 - 02:09 Inviato da : Violet
Fiabe Lunari Fiabe Lunari
IL RAGNO DELLA LUNA


In un castello arroccato sulla cima di una montagna tetra e desolata, nella cella polverosa della sua torre più alta, viveva una fanciulla, bella come nessun’altra. Aveva lunghi capelli corvini e la sua pelle era bianca come il latte, ma i suoi occhi erano tristi e la luce che un tempo li illuminava sembrava essersi spenta.
Era stata rinchiusa nella torre dal padrone del maniero, un re tiranno e dispotico che, invaghitosi di lei, l’aveva dapprima corteggiata, e in seguito ai suoi numerosi rifiuti l’aveva rapita e segregata in quella misera prigione, convinto che così le avrebbe presto fatto cambiare idea.

Leggi altro... (13307 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

 

Madre Luna

CURRENT MOON
moon phase info
 

Citazioni


Guardale mentre sorgono sopra la linea d'inchiostro tra cielo e terra. Nella vostra ascesa, o Stelle, fateci da guida, siateci maestre: insegnateci a essere, come voi, unite.

-- Canto Apache
 

Magiche Feste

1 Febbraio, Imbolc
Il Fuoco Sacro arde nel Ventre della Grande Madre.
Nel sonno leggero che precede il risveglio, la Terra lentamente si illumina di bianchi lumi accesi, e la brina si colora di mille riflessi d’argento.



 

Messaggi


 

Pettirosso Edizioni


I libri pubblicati dalla casa editrice Pettirosso Edizioni



La Regina dei Serpenti
di Laura Rimola



© Il Tempio della Ninfa 2006/2022
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Violet Rimola. Le immagini appartengono ad Alan Lee.

Powered by MD-Pro