La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 64 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Alla ricerca della Luna
di Ada D'Ariès

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa


Benvenuti nel Tempio della Ninfa

Lasciatevi cullare dal vento, come foglie appese ai rami.
I dolci e imprevedibili rumori del bosco vi accompagnano e le creature della Natura vi seguono osservandovi curiose.
La Madre vi accoglie con il sorriso della sera, mentre il tramonto disegna linee di fuoco e oceano all'orizzonte e la Luna Piena si erge silenziosa davanti ai vostri occhi.
Mille segreti nascondono le pieghe della Terra... e il canto delle Fate aleggia nell'aria, negli alberi e in ogni stella del cielo, racchiudendo, nelle sue note, la magia del Divino.



Spero che la vostra permanenza nel Tempio possa donarvi gioia.
Violet

Samain. La festa del primo novembre
Venerdì, 01 Novembre 2019 - 13:58 Inviato da : Alessandro
Celti LA FESTA DEL PRIMO NOVEMBRE
di Marie-Louise Sjoestedt
Traduzione italiana, compendio e commento a cura di Alessandro Zabini

Il giorno in cui la stirpe degli uomini trionfò sulla stirpe degli dèi segnò la fine del periodo mitico in cui il soprannaturale dominava incontrastato la terra, e l’inizio di un nuovo periodo, in cui gli uomini e gli dèi vi convivevano. A partire da tale momento si pose un grande problema, il problema religioso per eccellenza: quello del rapporto fra l’uomo e gli dèi. Il mito precisa le circostanze in cui fu stipulato il contratto che regolò definitivamente tali rapporti.

Leggi altro... (18958 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Le Streghe di Sambughetto
Sabato, 26 Ottobre 2019 - 02:41 Inviato da : Violet
Luoghi In Valstrona, nel paese di Sambughetto (1), si trova un complesso di grotte profonde e ricchissime di minerali, intorno alle quali nacquero diverse leggende. Le cavità conosciute sono tre, e una di queste, la più estesa con il suo “labirinto di meandri, di camminamenti, di precipizi, di cunicoli scoscesi” che si addentrano in profondità e scendono sino al sottostante torrente Strona, è chiamata dai valligiani l’Boeucc dal Faj, ovvero il Buco delle Fate.
Conosciuta anche con i nomi di Balma delle Fate o Caverna Grande delle Streghe, si dice che fosse il luogo in cui le streghe dei monti e delle valli circostanti si riunivano per danzare e per tramare le loro malefatte, ovvero per decidere chi avrebbero fatto morire, quali bambini avrebbero rapito dalle culle o su chi avrebbero gettato le loro fatture. (2)

Leggi altro... (12788 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Leggende del Lago d'Orta. I Fiori delle Dodici Fate
Domenica, 29 Settembre 2019 - 04:06 Inviato da : Violet
Luoghi Rossi, arancione, gialli, rosa, lilla, violetti, azzurri, turchini gli ampi petali di quei fiori, con gradazioni di tinte, striature, puntini, macchie, a volte ondulati ed accartocciati, a volte distesi come ali di fantastiche farfalle. Così strani, appariscenti, profumati, sulle rive del lago d’Orta non ne sbocciavano, e neanche sulle pendici intorno, eppure ogni mattina dodici ragazze, svegliandosi, ne trovavano un mazzo fresco sul davanzale e si allietavano del discreto omaggio di un ammiratore che non si palesava.

Leggi altro... (7668 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Leggende e Tradizioni del Lago d'Orta
Domenica, 29 Settembre 2019 - 03:55 Inviato da : Violet
Luoghi LEGGENDE E TRADIZIONI DEL LAGO D’ORTA
L’Isola del Drago, il Büs d’l’Orchera e le misteriose Fiammelle


Fra le alte campagne novaresi e le prime montagne della Val d’Ossola si trova il lago d’Orta, uno specchio d’acqua di origine glaciale circondato da borghi antichi e boschi di castagni, pini e faggi. Al centro del lago, come sospesa nel tempo e immersa in un silenzio quasi irreale, sorge l’Isola di San Giulio, oggi abitata quasi esclusivamente dalle monache di clausura e chiamata in questo modo per via del santo che la convertì al cristianesimo, vi costruì una chiesa e la scelse come sua ultima dimora.

Leggi altro... (20496 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

La Sacerdotessa del Tripode di Sesto Calende e le sue Sorelle
Lunedì, 29 Aprile 2019 - 00:53 Inviato da : Violet
Archeologia LA SACERDOTESSA DEL TRIPODE DI SESTO CALENDE
E LE SUE SORELLE
Donne sacre nella cultura di Golasecca


Nel Museo Civico Archeologico di Sesto Calende, proprio al centro della sala principale, è esposto un ricco corredo funerario risalente al VI secolo a.C., occasionalmente scoperto nel marzo 1977 nella zona Mulini Bellaria a Sesto Calende, a pochi passi dalle sponde del Ticino. La piccola necropoli di cui faceva parte era disposta lungo il terrazzo del fiume e comprendeva sepolture di due fasi distinte, la prima riferibile al periodo che intercorre fra la fine del IX e gli inizi del VIII secolo a.C. (Golasecca I A2) e la seconda all’ultimo quarto del VI fino agli inizi del V secolo a.C. (Golasecca II B) (1). La fase a cui appartiene il misterioso corredo è la seconda.

Leggi altro... (12469 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Le Fate Guardiane di Issime
Martedì, 19 Marzo 2019 - 14:34 Inviato da : Violet
Luoghi LE FATE GUARDIANE DI ISSIME
Tra leggenda e realtà


Le buone Fate a Issime
Leggenda valdostana raccolta e trascritta da Jean Jacques Christillin

Ai tempi in cui le fate abitavano le montagne, c’erano ad Issime (1) due fate benefiche che rendevano grandi servizi alla gente del paese. Una di queste si era stabilita in una grotta ad ovest dei due graziosi laghi che si trovano sulle alture del vallone di San Grato. Questi laghetti rimangono a sinistra salendo verso il colle del Dondeuil, che mette in comunicazione Issime con Challant.

Leggi altro... (21252 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

 

Madre Luna

CURRENT MOON
moon phase info
 

Citazioni


La Magia è negli occhi di chi guarda.

-- Anonimo
 

Magiche Feste

31 Ottobre, Samhain
31 Ottobre, Samhain La nebbia si innalza lentamente dalla terra, e nasconde ciò che poco prima era chiaramente visibile. I mondi si incontrano e si congiungono... e un nuovo giro di ruota ha inizio.



 

Messaggi


 

Pettirosso Edizioni


I libri pubblicati dalla casa editrice Pettirosso Edizioni



La Regina dei Serpenti
di Laura Rimola



© Il Tempio della Ninfa 2006/2019
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Rimola - Violet.

Powered by MD-Pro