La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 126 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Hedera
di Nicolò Targhetta, Ernesto Anderle, Eugenio Belgrado e Irene Bruno

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa

Il Cerchio delle Donne
Lunedì, 02 Dicembre 2013 - 03:48 - 9427 Letture
Femminile Introduzione generale

Le donne riunite insieme, connesse alla natura divina e piene dell’amore della Madre antica, emanano una magia travolgente, e si diceva fossero capaci di incantare e di incantarsi, di ispirare e di ispirarsi, portando luce e bellezza ovunque posassero i loro passi.

Questo piccolo rito collettivo potrebbe essere un aiuto per ricominciare a percepire la magia delle donne riunite, avvicinando le une alle altre in una sorellanza che supera i limiti del proprio vissuto, e che conduce al divino Cerchio femminile, la danza corale foriera di benedizione, rinascita e felicità.



Riunitevi in una stanza all’interno della quale vi sentite a vostro agio, al sicuro, protette e tranquille. Nel momento in cui vi accedete, lasciate che le vostre tensioni, i vostri problemi, i pensieri e tutto ciò che concerne il lavoro, i rapporti di coppia e le problematiche attuali restino fuori. Liberatevene senza ripensamenti, lasciateli cadere come un peso inutile che vi appesantisce e vi allontana dal vostro centro.
Accendete se vi piace un bastoncino di incenso e alcune candele, e allietate l’aria con una musica dolce, o ritmata, composta da pochi strumenti primitivi come i flauti, i tamburi, i sonagli o ciò che preferite. Dev’essere una musica che parla alla vostra pancia, che vi apre e vi predispone alla condivisione, all’ascolto, all’offerta di voi stesse e dell’amore che sentite nel cuore e nell’anima.
Se volete potete fissare alcune candele su un supporto rotondo resistente al calore – un piatto o una ciotola di terracotta – mettendolo al centro della stanza. Sarà il vostro fuoco antico, che sostituirà quello che un tempo veniva acceso nei templi delle nostre Antenate.

Quando siete pronte, sedetevi in cerchio intorno al fuoco con le gambe incrociate, o in una posizione nella quale siete comode. Concentratevi sul vostro ventre e, soprattutto, sulla vostra yoni. Sentitela radicata alla terra, aperta, offerta, vibrante e viva. Potreste sentire delle buone energie che vi circolano all’interno, come un calore diffuso, un formicolio leggero che sale verso l’alto, un languore che vi rende amabili e che vi fa sorridere. Sono tutte percezioni sacre femminili, che se vengono covate, coltivate e ripetute molte volte possono renderci consapevoli e centrate in noi stesse, ovvero nella nostra parte più vera e profonda.
Rimanete in questo stato d’essere per diversi minuti. Quando sentite la chiara percezione della vostra intimità, alzatevi in piedi e prendetevi per mano.
Osservatevi l’una con l’altra. Siete tutte espressioni diverse della Natura, e non c’è nulla in voi che non ritragga la bellezza divina femminile. Sentite voi stesse e le altre come donne bellissime, ognuna con le sue particolarità, come tanti fiori diversi che crescono nei prati, come tante foglie che fremono sui rami degli alberi, come tante gocce di pioggia che dissetano la terra, o come le fiamme libere e selvagge di un fuoco antico.
Superate le differenze o i personalismi che vi separano, apritevi le une alle altre e sentitevi semplicemente donne e sorelle, figlie della stessa Madre antica, parti di lei e del suo Amore.

Seguendo il ritmo dei flauti, dei tamburi, dei sonagli o degli altri strumenti della vostra musica, camminate in cerchio intorno al fuoco delle candele. In questo modo emanerete i buoni influssi della vostra intimità, del vostro corpo e della vostra anima.
Continuate così finché lo desiderate, e quando vi sentite piene della vostra stessa emanazione condivisa lasciatevi andare alla gioia!
Se volete giocate insieme, danzate da sole o a coppie, riunitevi di nuovo nel cerchio, scherzate, cantate e ridete… ridete moltissimo! Il riso è una delle magie più grandi, e nei tempi antichi esistevano divinità del riso che ispiravano l’estasi del riso e che potevano essere sentite dentro di sé abbandonandosi senza limiti a una libera e prorompente risata!

Quando sentite che siete piene di gioia spensierata, di bellezza e amore, e che avete ritrovato in voi una piccola eco della magia delle donne, potete chiudere il rito.
Se volete, mangiate e bevete. Se avete portato dolci, biscotti, acqua fresca, infusi di erbe o altri cibi semplici, consumateli insieme.
Offrite, condividete, regalate!

Quando tornerete a casa, potrete covare ancora a lungo le belle sensazioni vissute, concentrandovi spesso sul magico Cerchio delle Donne e sulla vostra sacra yoni.
Ascoltate la sua voce e portate la sua magia ovunque andiate.

***

Alcuni consigli: indossate abiti morbidi e comodi, che vi lascino libere nei movimenti e nella percezione di voi stesse. Gonne ampie e lunghe, o corte e sbarazzine, oppure pantaloni di cotone morbido, andranno benissimo.
Se ve la sentite, potete ritirarvi poco prima del rito e togliere la biancheria intima. In questo modo proverete una percezione ancora più forte e libera della vostra intimità.

Coloro che hanno già fatto pratiche simili, che si sentono a proprio agio e che non provano nessun tipo di imbarazzo, ma che al contrario provano piacere e gioiosa libertà nel fare questo, possono svolgere il rituale completamente nude. È però importante che il tutto venga fatto in maniera spontanea e del tutto desiderata. Nessuna forzatura, nessun disagio.
Se siete indecise, ma una parte di voi molto profonda prova una sorta di entusiasmo e di gioiosa aspettativa al pensiero di svolgere il rito in questo modo, provate a darle ascolto… potreste scoprire un modo nuovo e molto più libero di essere donne e sorelle.

***

Prima del vostro raduno potete preparare un buon infuso con la Miscela di Erbe della Luna, e offrirlo durante il banchetto: Miscela di Erbe della Luna

***

Durante i vostri piccoli riti femminili, le meditazioni e il Cerchio, potete tenere accanto a voi dei simboli e degli oggetti – possibilmente fatti sempre di materiali naturali, come l’argilla, il legno, stoffe di cotone, e così via – che vi parlino alla pancia e vi ispirino sensazioni armoniose.
Questa splendida scultura creata da Debbie Berrow, per esempio, racchiude in sé l’essenza del rituale di riunione fra donne, nonché lo spirito che un tempo riuniva tutte le donne di ogni luogo del mondo e che faceva sentire loro tutte sorelle, plasmate insieme a formare il meraviglioso corpo della Madre antica: Gathering hearts
Se volete potete procurarvela e tenerla accanto mentre svolgete le pratiche.

Sul sito dell’artista potrete trovare moltissime altre sculture dedicate alla Dea e alla Donna: Bell Pine Art Farm



Testo di Violet. È permessa e incoraggiata la diffusione, specificando sempre il nome dell'autrice e la fonte. Grazie.


Il Cerchio delle Donne | Login/crea un profilo | 2 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: Il Cerchio delle Donne (Punti: 1)
da Syama 03 Dic 2013 - 13:19
(Info utente | Invia il messaggio)
Bellissimo!

Re: Il Cerchio delle Donne (Punti: 1)
da Danae 09 Gen 2014 - 13:55
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
Amo i Cerchi!!! :)) sono quei momenti in cui veramente si abbandona ogni tipo di superficialità, se Credi...



© Il Tempio della Ninfa 2006/2021
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Violet Rimola. Le immagini appartengono ad Alan Lee.

Powered by MD-Pro