La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 124 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Hedera
di Nicolò Targhetta, Ernesto Anderle, Eugenio Belgrado e Irene Bruno

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa

La Percezione del sacro Intimo Femminile
Venerdì, 15 Novembre 2013 - 03:31 - 5416 Letture
Femminile Introduzione generale

La dolce e potente intimità muliebre è un luminoso tempio d’amore, una tiepida grotta purpurea vibrante di languide e gioiose emanazioni. Secondo certi studi sugli antichi misteri femminili, sembra addirittura che essa fosse sentita come la sorgente di un tipo di sapienza istintiva e ispirata che apparteneva alla donna soltanto, e che le donava la visione luminosa di ciò che vive oltre il velo del tempo e dello spazio, della materia e dell’illusione.

Ascoltando la voce del loro ventre e della la loro yoni, le donne pervenivano alla più pura conoscenza, e la verità si schiudeva in loro come i petali di un fiore scarlatto.

***

Questa semplice meditazione può aiutare a coltivare la percezione della nostra intimità, attraverso la quale è possibile ricominciare a intuire l’eco di quell’antica e meravigliosa magia femminile che apparteneva alle nostre antenate, e che può ancora essere risvegliata, qui e ora, dentro di noi.
Per svolgerla avrete bisogno di poche cose: una candela rossa alta circa dieci centimetri, una ciotolina di terracotta, o di altri materiali naturali resistenti al calore, e un panno morbido e pulito sul quale sedervi.

Scegliete un luogo riservato e accogliente della vostra casa, nel quale vi sentite al sicuro, protette e vostro agio, e assicuratevi di non essere disturbate. Chiudete le imposte delle finestre, così da rimanere al buio o in penombra, e accendete la piccola candela rossa, fissandola nel piattino.
Appoggiatela per terra e sedetevi davanti alla sua fiamma calda e luminosa, che dovrà ardere proprio all’altezza del basso ventre.
Concentratevi ora sulla vostra intimità e ascoltate in silenzio le sue sottili vibrazioni.
Potreste non sentire nulla all’inizio, ma non scoraggiatevi… Rivolgetele pensieri amorevoli e affettuosi, e lasciate che si apra dolcemente.
Sentitela viva, radicata alla terra, libera e offerta a voi stesse e allo spirito della Madre antica.
Non abbiate vergogna o pudore, siate libere di osare, anche poco per volta e senza forzature.

Respirate lentamente.
Per ogni lungo e calmo respiro sentite la vostra bella yoni che si riempie di amore e luce, una luce calda, pura e benefica, che vi purifica, vi illumina dall’interno e vi rigenera.

Essa è parte di voi, è il vostro centro magico, la fonte dell’armonia e della gioia senza limiti, il segreto ricettacolo di un amore infinito che esiste non in funzione dell’uomo, ma di noi stesse, delle nostre sorelle e della Grande Madre.
Ritrovate la sintonia perfetta fra voi e la vostra grotta amorosa. Ristabilite il legame che vi riunisce completamente e che risveglia la sua antica magia. Coltivate dentro di essa la voce della Madre antica, che vi parla attraverso le sue dolcissime e potenti emanazioni.
La yoni è la vostra mandorla di luce, di gioia e sacra integrità. Prendetene coscienza, lentamente e in modo spontaneo. Amatela profondamente, e se volete, cantate per lei.
Lasciate che lei vi risponda col suo canto inebriante, parlando alla vostra anima e al vostro cuore.

Mentre rimanete silenziose e concentrate in questa percezione, potreste iniziare a sentire un dolce calore diffuso al centro del vostro intimo, il circolare di buone energie purificatrici e rigeneratrici, o un tenue languore che si espande intorno ai glutei e all’interno della vostra pancia. Qualsiasi cosa sentiate è parte della magia rigeneratrice della vostra yoni, che ritorna ad essere il centro del vostro corpo, e della vostra femminilità.
Accogliete con amore e gratitudine i suoi doni, piccoli o grandi che siano, e coltivate queste buone percezioni ogni volta che lo desiderate.

Quando ve la sentite, prendete la candela rossa e avvicinatela al vostro basso ventre, accarezzate dolcemente la yoni e pronunciate a bassa voce, o solo col pensiero:

Tu sei me, io sono te.
Tu sei Amore, io sono Amore.
Insieme siamo una cosa sola
Riunite nel grembo della Madre
.”

***

Soffermatevi sulla percezione profonda fino a quando lo desiderate.
Al termine del piccolo rito potete mangiare e bere qualcosa in onore della vostra intimità sacra.
Poi riponete la candela in un luogo sicuro e lasciatela ardere fino a quando si spegnerà da sola. E ogni volta che le passerete accanto o la vedrete, ripensate alla vostra yoni e rievocate la sua calda e vibrante magia.

***

Potete ripetere questo piccolo rito solitario tutte le volte che volete.
Alla sera, quando vi coricate nel letto per dormire, cercate ancora la percezione della vostra intimità sacra, coccolatevi nei suoi influssi benefici, e siate ben attente a ciò che lei desidera veramente e a ciò che lei non desidera. Datele ascolto, e la vostra riunione sarà sempre più forte e magica.

Quando e se vi fa piacere, scrivete tutto ciò che avete percepito durante il rito in un diario o in un quaderno, per non dimenticarlo. Se ripeterete più volte questo esercizio, potreste scrivere i progressi che avete fatto e confrontare le vostre percezioni, sentendole non in modo separato e frammentario, ma riunito in voi stesse e nella vostra sacra intimità.

***

Ora concentrati sul calderone
e senti dentro le cose buone,
le cose buone e tanto belle
che ci rendono tutte sorelle.
Le cose belle che fan sognare
e per il cielo fanno volare
fuori dal mondo, via dal dolore
fino al grande sogno d'amore.
Il sogno bello, il sogno grande
ove entra solo chi è amante
perché ha svegliato nel calderone
col fuoco dolce le cose buone.
Il sogno bello che fa volare
sol chi s'è fatto sacrificare
all'antica Madre del mondo
per far con lei un gran girotondo
.”

(Ada d’Ariès, La casa delle Donne dagli occhi luminosi)



Testo di Violet. E' concessa e incoraggiata la diffusione, specificando sempre il nome dell'autrice e la fonte. Grazie.


La Percezione del sacro Intimo Femminile | Login/crea un profilo | 2 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: La Percezione del sacro Intimo Femminile (Punti: 1)
da Syama 15 Nov 2013 - 08:47
(Info utente | Invia il messaggio)
Bellissima Ispirazione...grazie <3

Re: La Percezione del sacro Intimo Femminile (Punti: 1)
da Danae 15 Nov 2013 - 15:36
(Info utente | Invia il messaggio) http://)
E' molto bello avvertire la sintonia anche e soprattutto nei rituali. Mi capitò di farlo sì, ma senza candela, nel bosco. *.*
Grazie Violetta :))



© Il Tempio della Ninfa 2006/2021
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Violet Rimola. Le immagini appartengono ad Alan Lee.

Powered by MD-Pro