La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 67 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Le Streghe dell'Europa Occidentale
di Margaret Murray

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa



Luoghi
In questa sezione sono raccolte le ricerche sui luoghi che erano ritenuti sacri e magici dai nostri antenati pre-cristiani. Boschi, foreste, labirinti, laghi, sorgenti, grotte, rovine o antichi templi in muratura. Una parte importante di questa sezione è dedicata al Diario di Viaggio, ovvero a pagine ingiallite scritte da viaggiatrici e viaggiatori che, attraverso il viaggio in luoghi sacri, ne raccontano l'esperienza.
Di seguito trovate gli articoli pubblicati per questo Argomento.


Nome argomento: Luoghi

Vedi tutti gli articoli per questo argomento.

Le Filatrici della Val di Vizze
Martedì, 28 Luglio 2020 - 16:48 Inviato da : Violet
Luoghi “Dopo Saletto la strada della valle di Vizze costeggia il Rio passandolo e ripassandolo. Gli occhi gioiscono del verde cupo dei prati disseminati di fienili; i fitti boschi di Fossa, di Trens e di Transacqua coprono oscuri i fianchi delle montagne; sopra le case di Caminata che sta su di un balcone come in vedetta si erge la massiccia Cima di Vallaccia ed è un bello spettacolo. Di gran lunga più possente ed imponente è però il Gran Pilastro dalla lucente calotta ghiacciata, con certi scivoli nevosi che danno le vertigini, con seraccate verdognole instabili e tormentate.

Leggi altro... (3826 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Il Castello delle Dame Bianche
Domenica, 26 Luglio 2020 - 18:24 Inviato da : Violet
Luoghi “Il capraio era salito con il gregge all’alpe di Cignana. Da poco era passato il solstizio [d’estate]. Chiazze di neve rigavano ancora le cime, si attardavano negli anfratti, penetravano con gelide lame dentro l’azzurro degli alti laghi. Una prodigiosa fioritura profumava la sottile erba montanina.
Quando fu il plenilunio, anziché scendere a dormire nella baita, il giovane restò sulle alture accanto al gregge. Pecore e capre accovacciate intorno a lui, ruminavano o dormivano. Dietro la costa del monte, un palpitante pulviscolo d’oro annunciava il sorgere della luna.

Leggi altro... (6481 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Tre Foglie di Betulla
Domenica, 26 Luglio 2020 - 18:17 Inviato da : Violet
Luoghi “Alle spalle si hanno le pendici prative di Viezzena, e forse la natura le ha così composte con linee comuni per non distrarre lo sguardo da quello che si ha davanti, e cioè una vasta, vellutata pianura in lento declino, dove qua e là si erge un larice isolato od una fila di larici, tanto per rompere la monotonia. Sono le praterie della Bellamonte, limitate in fondo dalla punta degli abeti che coprono l’incassato letto del Travignolo.

Leggi altro... (4902 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Le Streghe di Sambughetto
Sabato, 26 Ottobre 2019 - 02:41 Inviato da : Violet
Luoghi In Valstrona, nel paese di Sambughetto (1), si trova un complesso di grotte profonde e ricchissime di minerali, intorno alle quali nacquero diverse leggende. Le cavità conosciute sono tre, e una di queste, la più estesa con il suo “labirinto di meandri, di camminamenti, di precipizi, di cunicoli scoscesi” che si addentrano in profondità e scendono sino al sottostante torrente Strona, è chiamata dai valligiani l’Boeucc dal Faj, ovvero il Buco delle Fate.
Conosciuta anche con i nomi di Balma delle Fate o Caverna Grande delle Streghe, si dice che fosse il luogo in cui le streghe dei monti e delle valli circostanti si riunivano per danzare e per tramare le loro malefatte, ovvero per decidere chi avrebbero fatto morire, quali bambini avrebbero rapito dalle culle o su chi avrebbero gettato le loro fatture. (2)

Leggi altro... (12788 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Leggende del Lago d'Orta. I Fiori delle Dodici Fate
Domenica, 29 Settembre 2019 - 04:06 Inviato da : Violet
Luoghi Rossi, arancione, gialli, rosa, lilla, violetti, azzurri, turchini gli ampi petali di quei fiori, con gradazioni di tinte, striature, puntini, macchie, a volte ondulati ed accartocciati, a volte distesi come ali di fantastiche farfalle. Così strani, appariscenti, profumati, sulle rive del lago d’Orta non ne sbocciavano, e neanche sulle pendici intorno, eppure ogni mattina dodici ragazze, svegliandosi, ne trovavano un mazzo fresco sul davanzale e si allietavano del discreto omaggio di un ammiratore che non si palesava.

Leggi altro... (7685 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina

Leggende e Tradizioni del Lago d'Orta
Domenica, 29 Settembre 2019 - 03:55 Inviato da : Violet
Luoghi LEGGENDE E TRADIZIONI DEL LAGO D’ORTA
L’Isola del Drago, il Büs d’l’Orchera e le misteriose Fiammelle


Fra le alte campagne novaresi e le prime montagne della Val d’Ossola si trova il lago d’Orta, uno specchio d’acqua di origine glaciale circondato da borghi antichi e boschi di castagni, pini e faggi. Al centro del lago, come sospesa nel tempo e immersa in un silenzio quasi irreale, sorge l’Isola di San Giulio, oggi abitata quasi esclusivamente dalle monache di clausura e chiamata in questo modo per via del santo che la convertì al cristianesimo, vi costruì una chiesa e la scelse come sua ultima dimora.

Leggi altro... (20479 bytes ulteriori) Scrivi un commento Invia l'articolo ad un amico Stampa la pagina



© Il Tempio della Ninfa 2006/2020
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Rimola - Violet.

Powered by MD-Pro