La Porta del Tempio


Se dalla Porticina vuoi passare,
il tuo abitino dovrai abbandonare e molto piccola dovrai diventare...



 

Viandanti online

Ci sono 67 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

 

La Via Femminile




Fra queste pagine sono raccolti consigli, ricette, riti semplici e naturali dedicati al femminile, e speciali ricerche e racconti sull'antica Via delle Donne.

 

I Meli di Avalon




Gruppo di studio dedicato alla Tradizione Avaloniana e a Miti, Leggende, e Fiabe Celtici legati alla simbologia di Avalon.

 

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 

Messaggi Privati

Solo per gli utenti registrati!
 

Il Libro del Mese




Amazzoni
di Adrienne Mayor

 

Cerca nel Tempio


 

Il Tempio della Ninfa

La Sorellanza delle Nove
Sabato, 30 Giugno 2007 - 01:29 - 19836 Letture
Avalon LA SORELLANZA DELLE NOVE
Tra Mito e Realtà


Introduzione

Le tradizioni celtiche sono costellate da manifestazioni della Dea Madre nel suo triplice aspetto. Ella si presenta come Vergine, Madre e Anziana, come Dea della Luna crescente, piena e calante, come Madre terrestre, celeste e dell’Altromondo, come Signora della nascita, della procreazione e della morte, e in molti altri modi. Alcune delle sue manifestazioni sono formate da nove elementi piuttosto che da tre, perché si ritiene che il nove sia un numero ancora più magico e misterioso rispetto al tre stesso, in quanto si potrebbe descrivere come una sua triplicazione, un tre ancora più potente, perché “tre volte tre”.


Le Nove Sacerdotesse galliche dell’Isola di Sena

Sena, nel mare britannico, di fronte al litorale, presso gli Osimii, è degna di nota per l’oracolo della divinità gallica le cui sacerdotesse, si dice, sono nove vergini perpetue.
Esse sono chiamate Gallicenae; pretendono di calmare, con i loro canti e con i loro singolari artifici, i mari in tempesta e i venti e di trasformarsi in qualsivoglia animale. Sanno guarire quello che altri non riescono a guarire e sanno predire il futuro
.”
De situ orbis (III, 16), Pomponio Mela

Bagnata dalle onde del mare, vicinissima alla costa bretone, l’Ile de Sein fu la dimora di una Sorellanza di Nove, devote alla Dea della Luna e consacrate ai suoi Misteri.
Le leggende degli antichi ordini femminili trovano qui un riscontro nella realtà, riportata fedelmente e minuziosamente dal geografo latino Pomponio Mela, che mise su carta le sue scoperte e che descrisse l’isola bretone come famosa per la presenza di un oracolo di una divinità gallica, e di nove Vergini perenni, in tutto e per tutto simili a quelle “mitiche” delle tradizioni celtiche.
Queste Donne era probabile fossero vergini nel senso antico del termine, ovvero “fiorenti”, “verdeggianti”, “rigogliose”, “piene di succo” (“virgo” = “fiorente, robusto, forte”; “vireo” = “verdeggiante”; “varg” = “turgido, pieno di succo, lussureggiante, vigoroso”), e che quindi non avessero nulla a che vedere con la “castità”, che nel linguaggio corrente è un chiaro sinonimo di “verginità”. Esse erano piene nella loro perfetta completezza e libere da qualsiasi vincolo o possessione da parte di un uomo, nonostante non ne disdegnassero le attenzioni quando, con la loro barca, si allontanavano dall’isola e giungevano nelle terre conosciute, tra le persone comuni.
Secondo lo studioso romano, queste nove Donne sacre, si suddividevano in tre gruppi (probabilmente tre gruppi di tre), che svolgevano mansioni diverse e avevano diritti e doveri differenti.
Il primo gruppo era formato dalle Sacerdotesse custodi dell’Isola, che non ne uscivano mai e che dovevano mantenersi sempre caste. Esse si occupavano del mantenimento del Fuoco Sacro che doveva ardere perennemente sull’isola.
Il secondo gruppo era formato dalle Sacerdotesse che, nonostante mantenessero la loro dimora sull’isola, potevano spostarsi liberamente, potevano parlare con le persone del mondo comune e, se lo desideravano, sposarsi con un uomo. Esse avrebbero comunque vissuto sempre sull’isola, recandosi dai propri uomini solo in certi periodi dell’anno, durante i quali potevano svolgere i loro piaceri coniugali. Esse sapevano predire il futuro leggendolo sulle foglie del vischio.
Il terzo gruppo era formato dalle Sacerdotesse anziane (non necessariamente d’età), le quali si muovevano liberamente dentro e fuori dall’isola e si occupavano di mantenere sempre vive le antiche tradizioni religiose. Esse compivano profezie leggendo le interiora dei corpi umani sacrificati e praticavano l’astrologia; erano in grado di evocare e controllare le tempeste, le onde del mare e i venti, erano capaci di mutare le proprie sembianze, trasformandosi in uccelli, e conoscevano tutti i rimedi naturali e sottili per curare ogni tipo di malattia.
Questi tre gruppi sono considerati da molti tre diversi livelli di apprendistato, in cui il primo è il più basso, il secondo quello medio e il terzo il più elevato. Ma si potrebbe ritenere che non sia così, e che invece i tre gruppi rappresentino qualcosa di più profondo e significativo. Risulta infatti interessante notare come i tre livelli siano perfettamente associabili ai tre diversi aspetti della Grande Dea, ovvero Fanciulla, Madre e Anziana. Le Sacerdotesse caste che coltivavano e mantenevano acceso il Fuoco, potevano essere coloro che rappresentavano la Fanciulla Vergine, ancora immatura per svolgere certi compiti eppure tanto limpida da poter vegliare sulla Fiamma Sacra. Le Sacerdotesse che avevano contatti col mondo esterno e potevano decidere di prendere un uomo, concependo con lui un figlio a seconda del proprio desiderio, potevano essere legate all’aspetto della Dea Madre. Infine, le Sacerdotesse che predicevano il futuro nei sacrifici, controllavano il tempo atmosferico e si occupavano di mantenere accese le antiche tradizioni, richiamavano l’aspetto della Anziana Signora, di Colei che ha vissuto gli stadi precedenti e ha raggiunto il pieno della Consapevolezza e del Potere interiore, e che si occupa di tramandare le proprie Conoscenze e gli antichi saperi.
In questa chiave di lettura emerge ancora più forte la presenza della Grande Madre all’interno di questa sacra Sorellanza, che ne rappresentava i Volti diversi eppure facenti parte della stessa Essenza Divina.
Come Guardiane della propria isola, le Nove Sacerdotesse si occupavano del suo costante equilibrio e purezza, impedendo a qualsiasi uomo di toccarne le sponde. Soltanto loro potevano spostarsi e recarsi laddove veniva richiesto il loro aiuto o la loro Conoscenza. E nonostante si muovessero per il mondo e partecipassero ad alcuni suoi eventi, ritornavano sole a Sena, senza portarvi nulla che provenisse dal mondo esterno, e ritrovando, ogni volta, la loro dimora perennemente intatta.

Pagina: 6/7

Pagina precedente Pagina precedente (5/7)Prossima pagina (7/7) Prossima pagina
La Sorellanza delle Nove | Login/crea un profilo | 11 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Elke (elke.janas@libero.it) 01 Lug 2007 - 00:32
(Info utente | Invia il messaggio)
Stellina,dire che hai fatto un lavoro splendio è poco.Penso tu abbia colto pienamente l'essenza della Sorellanza,di queste Donne,Sacerdotesse,Fanciulle ecc. le tue parole fanno volare,si nota quanto studi e quanto impegno metti in quello che fai.
Grazie Violettina!
:*

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da niviene 01 Lug 2007 - 21:56
(Info utente | Invia il messaggio)
Questi articoli sono davvero stupendi, non solo per le notizie che contengono e per come sono scritti ma anche per le intuizioni personali.
Complimenti davvero per questo tuo lavoro Violet
:*

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da LaZiaArt 01 Lug 2007 - 22:23
(Info utente | Invia il messaggio)
Violet tu hai un tesoro dentro di te. Sono rimasta incollata al monitor per un ora per leggerlo tutto, ma non potevo smettere ^^. Ne è valsa la pena! Ci vorrà un pò di tempo per riflettere su tutto.. GRAZIE!

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Elbereth 03 Lug 2007 - 12:56
(Info utente | Invia il messaggio) http://stregadelvento.splinder.com/)
Violet, hai svolto un lavoro titanico e bellissimo! Il tuo impegno e la tua passione sono una grande ispirazione per me e non sai quante cose imparo e "sento" leggendo i tuoi articoli e le tue riflessioni. Ti dico un grande grazie per tutto questo! Un forte abbraccio!

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Ithilla 03 Lug 2007 - 17:02
(Info utente | Invia il messaggio)
non posso che ammirare il tuo lavoro: è completo, autoconsistente e lascia al lettore numerosi spunti di riflessione...

inoltre adoro il modo poetico in cui scrivi: testimonia passione e amore per ciò che studi...

Grazie, Splendente Tesoro!

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da ValerieLeFay 03 Lug 2007 - 20:59
(Info utente | Invia il messaggio) http://gelidaluce.splinder.com)
Brava cicci! é davvero un articolo stupendissimo, mi è piaciuto da pazzi! è completo e scritto col cuore.
Una vera meraviglia!

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Violet 28 Set 2007 - 01:40
(Info utente | Invia il messaggio) http://www.tempiodellaninfa.net)
Siete dei tesori... e vi ringrazio per questi splendidi commenti che mi donano speranza e voglia di continuare a scrivere... grazie a tutte...
e grazie a Elbereth... non puoi immaginare quanto valgano per me le tue parole... non puoi davvero immaginarlo... :-***
Infinitamente grazie...

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Danae 13 Ago 2009 - 12:55
(Info utente | Invia il messaggio)
Un racconto degno di ogni lode, di ogni meraviglia. Grazie a tutte voi per la sola estasi che concede la sua lettura..

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Cernunnos 06 Ott 2009 - 15:54
(Info utente | Invia il messaggio) http://http://)
Un lavoro eccelso..sono rimasto impietrito dalla tua bravura...continua così ;)

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Rhea 26 Gen 2010 - 14:52
(Info utente | Invia il messaggio)
Volevo dirti qualcosa di più, ma al momento mi viene solo:
GRAZIE!
Era tanto che cercavo qualcuno che potesse spiegarmi le nove sorelle...
Che fortuna essere approdate in questo magico luogo...
Grazie Violet, grazie Tempietto...
Grazie a tutti.

Rhea

Re: La Sorellanza delle Nove (Punti: 1)
da Flora 21 Ago 2011 - 22:47
(Info utente | Invia il messaggio)
Cara Violet

oggi è la vigilia del mio compleanno ed a voi voglio dirlo.

Sul mio balcone sono sbocciate nove rose bianche tutte di una pianta, proprio oggi le contavo incredula e questa sera per la prima volta sto leggendo la Sorellanza delle Nove.

Anche due delle mie orchidee sono sbocciate nuovamente per regalarmi i loro preziosi fiori.

Non lo trovi meraviglioso questo regalo per la mia festa?
E' un dono variopinto e variegato di simbolismi molto innamorati.

Ti sento e vi sento nel sottile richiamo di Madre Natura.

Grazie ancora.

Un bacione

Flora




© Il Tempio della Ninfa 2006/2022
Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale.
Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autrice e senza citarne la fonte.
Tutti i lavori pubblicati sono protetti dalla legge n. 633 e s.m.i. in tutela dei diritti d'autore.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.

Questo sito è stato creato con MaxDev e utilizza MD-Pro 1.0.76
Il sito web e il tema grafico sono stati creati da Laura Violet Rimola. Le immagini appartengono ad Alan Lee.

Powered by MD-Pro