Il Tempio della Ninfa

Miscela per attirare l'amore

Articoli / Ricettario
Inviato da Violet 12 Giu 2020 - 21:20

Durante la prima fase di luna crescente, cogliere alcuni rametti di maggiorana e di erba cedrina. La maggiorana andrà colta a mezzanotte, senza utilizzare forbici o lame di metallo, mentre la cedrina può essere in qualsiasi momento del giorno o della notte.
Legare i rametti con uno spago e appenderli – o conservarli in un cestino – in un luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce diretta del sole, lasciandoli essiccare completamente.

Quando le erbe sono pronte, sbriciolarle con le dita in un vasetto, oppure pestarle in un mortaio, mescolandole bene insieme.
Aggiungere alcune gocce – non più di cinque – di olio essenziale di fiori d’arancio, e unire una parte di grani di mastice, quindi lasciar riposare.

La maggiorana, sacra ad Afrodite, è simbolo della felicità amorosa ed è vicina al mondo femminile. Entra in profonda sintonia con le donne che la coltivano, le protegge, e chiama l’amore ad entrare nelle loro case.
La cedrina, emblema della gentilezza spontanea, era considerata un potente amuleto d’amore, ed era quindi utilizzata nei riti amorosi. Propizia l’apertura, la comprensione, e difende dalle delusioni amorose.
I fiori d’arancio richiamano le più alte e nobili forme d’amore, e il loro olio essenziale, il neroli, suscita bellezza, sensualità e affetto, prima di tutto verso se stesse. Calma e riscalda il cuore, e favorisce apertura e accoglienza.
La resina di mastice affina l’intuito e in certi paesi orientali e mediterranei era utilizzata come afrodisiaco. Il suo profumo leggero e agrumato si armonizza bene con le erbe e i fiori di questa miscela, e inoltre il suo caratteristico fumo bianco purifica e rinnova, predisponendo a ricevere ciò che arriverà. (1)
Nel complesso, il composto è adatto ad attirare un amore alto, nobile, luminoso, più vicino al reame dello spirito piuttosto che a quello della terra e del corpo.

Bruciare la Miscela durante la luna crescente, gibbosa e/o in luna piena, per attrarre amore sottile e consolidarlo. Le sue espressioni in natura sono infinite, per cui potrebbe arrivare in forme e modi inaspettati, e potrebbe non essere per forza rappresentato da un’altra persona. Coltivando intuito, apertura e accoglienza si sarà in grado di riconoscerlo e gioirne pienamente.
Bruciare invece la Miscela in luna calante o nera per allontanare le delusioni amorose oppure per lenire il dolore dato dall’abbandono di una persona amata.
Le Dée d’Amore sosterranno, consoleranno e aiuteranno a trovare la centratura in un amore che nascerà e vivrà dentro se stesse, che non si allontanerà mai, e che niente e nessuno potrà rovinare.

La miscela può anche essere bruciata in qualsiasi momento del ciclo lunare come offerta alle Dée dell'Amore, unendo alle volute di fumo l'affetto che si prova per loro e per tutto ciò che incarnano e manifestano sulla Terra.




Reperibilità di erbe, oli e resine:

Tutte le piante utilizzate possono essere raccolte in natura, allo stato selvatico, ma sono reperibili anche nei vivai, fra le erbe aromatiche da coltivazione. Se non è proprio possibile trovarle fresche, possono essere acquistate, già essiccate e sminuzzate, nelle migliori erboristerie.
Gli oli essenziali puri sono acquistabili nelle erboristerie; le resine in grani in erboristerie e negozi etnici.
Preferire sempre prodotti naturali puri, biologici ed ecosostenibili.

Alcuni negozi dove acquistare erbe e resine:
Erboristeria Arcobaleno [1]
La Via dell’Incenso [2]
La Terza Luna [3]
Namastè Shop [4]


Note bibliografiche:

1. Per approfondire le tradizioni e gli usi magici delle erbe impiegate nella miscela vedi l’articolo Maggiorana [5], di Laura Violet Rimola, pubblicato su Il Tempio della Ninfa il 7 Giugno 2020; inoltre, Susanne Berk, Incensi. Un viaggio tra le antiche tradizioni, Editore Bis, 2014; Alfredo Cattabiani, Florario, Oscar Saggi Mondadori, Milano, 1996; Carlo Lapucci e Anna Maria Antoni, La simbologia delle piante. Magia, leggende, araldica e curiosità del mondo vegetale, Edizioni Polistampa, Firenze, 2016; Maria Immacolata Macioti, Miti e magie delle erbe. L’aura di piante e fiori tra mitologia e letteratura, DeriveApprodi, Roma, 2019; Gill Farrer-Halls, Oli Essensiali. Guida completa per salute, bellezza e benessere, Logos Edizioni, Modena, 2018; Sandra Perini, Psicoaromaterapia. Viaggio alla scoperta di sé con gli oli essenziali, Edizioni Il Punto d’Incontro, Vicenza, 2019

Fotografia raccolta da Pinterest


Testo e miscela di Laura Violet Rimola. Vietata la riproduzione senza citare la fonte.




Questo articolo è stato inviato da Il Tempio della Ninfa
  http://www.tempiodellaninfa.net/public/

La URL di questo articolo è:
  http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=345

Links in questo articolo
  [1] http://www.tempiodellaninfa.net/public/https://www.erboristeriarcobaleno.it
  [2] http://www.tempiodellaninfa.net/public/https://www.laviadellincenso.it
  [3] http://www.tempiodellaninfa.net/public/https://www.terzaluna.com
  [4] http://www.tempiodellaninfa.net/public/https://www.namaste-shop.it
  [5] http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=344