Il Tempio della Ninfa

I Canti di Santa Lucia

Articoli / Canti
Inviato da Violet 13 Dic 2014 - 03:27

Nelle gelide terre della Svezia e della Norvegia, la bella Santa Lucia ha sostituito le antiche divinità femminili preposte al dono della luce nel buio invernale. Molto lontana dalla martire siciliana, la Lucia nordica appare come una visione luminosa che porta fortuna, abbondanza e soprattutto calda luce, il dono più prezioso per quei paesi in cui l’inverno concede solo pochissime ore di sole, o addirittura rimane completamente buio per lunghi e freddissimi mesi.

Giungendo dalle foreste immerse nel silenzio, fra i laghi di ghiaccio e gli abeti innevati, la splendente Lucia illumina il cuore e la speranza di tutte le genti, portando tiepidi panini dolci allo zafferano – lussekatter – deliziosi biscotti speziati – pepparkakor – e spargendo intorno a sé la prima luce del sole nascente.




Quelle che seguono sono le traduzioni italiane dei canti tradizionali svedesi, nei quali traspare chiaramente l’antico volto di Lucia come dea-fanciulla della luce, sorella delle splendenti dame divine che un tempo lontano vegliavano e presiedevano durante il periodo solstiziale.

***

Natten går tunga fjät
Il canto tradizionale svedese dedicato a Lucia

“Natten går tunga fjät, runt gård och stuga.
Kring jord som sol'n förlät, skuggorna ruva.
Då i vårt mörka hus, stiga med tända ljus,
Sankta Lucia, Sankta Lucia.

Natten var stor och stum. Nu hör det svingar,
i alla tysta rum, sus som av vingar.
Se på vår tröskel står vitklädd, med ljus i hår,
Sankta Lucia, Sankta Lucia.

Mörkret skall flykta snart ur jordens dalar.
Så hon ett underbart ord till oss talar.
Dagen skall åter ny, stiga ur rosig sky,
Sankta Lucia, Sankta Lucia.”


Traduzione italiana a cura di Violet, dal canto originale svedese e dalla versione inglese di Anne-Charlotte Harvey:

“La notte cammina con passo greve intorno alla fattoria e alla stalla,
La terra abbandonata dal sole nutre le ombre.
Poi nella nostra casa buia la luce delle candele illumina ogni cosa,
Santa Lucia, Santa Lucia.

Nella notte tacita e oscura, ascolta risuonare nell’aria
Un fruscio di ali in volo, nel silenzio della stanza.
Ecco che lei arriva tutta vestita di bianco, con la luce tra i capelli,
Santa Lucia, Santa Lucia.

“Le ombre presto si saranno allontanate dalle oscure valli della terra”
Così lei pronuncia magnifiche parole che subito ci rallegrano.
Il giorno presto sorgerà e dipingerà i cieli di rosa,
Santa Lucia, Santa Lucia.”

***

Variante del canto tradizionale dedicato a Lucia

“Ascolta! Nella notte oscura
la senti che giunge volando.
Ecco: é la Regina della Luce
che canta piena di gioia.

Tutta vestita di bianco,
con una corona di luce fra i capelli,
Santa Lucia, Santa Lucia!

Nel buio cielo del Nord
splendono fulgide stelle;
il Natale ormai è vicino,
brillano tremolanti le candele.

Benvenuta dolce visione,
dai capelli splendenti di luce.
Santa Lucia, Santa Lucia!”

***

Canto inglese dedicato a Lucia
Di seguito riportiamo la traduzione italiana della prima strofa e del ritornello di un bel canto inglese dedicato a Santa Lucia. Abbiamo scelto di tralasciare la seconda strofa, incentrata sulla figura cristiana di Lucia come “vergine devota” che dona tutto ai poveri e confessa coloro che a lei si rivolgono, in quanto si allontana dall’archetipo originale della divina fanciulla di luce.

“Ora, nella buia notte d’inverno
La buona gente sta aspettando
Guarda adesso la fanciulla di luce
che dissipa l’oscurità!
Lei cammina nel nostro cuore
Raccontando la sua storia
Candele accese sulla sua corona brillante
Illuminano la sua gloria.

Coro:
Simbolo di Amore sublime
Si muove nello spazio e nel tempo
Santa Lucia, Santa Lucia.
In questa buia notte d’inverno
Vieni, fanciulla di luce splendente,
Santa Lucia, Santa Lucia.

(…).”.

(Traduzione italiana e adattamento a cura di Violet)

***

In altri canti svedesi la luminosa Lucia viene definita una “chiara e brillante visione”, un “miraggio luminoso che con la sua bellezza diffonde splendore al buio dell’inverno”. Lei è la “sposa del Natale”, che con la sua candida veste e le candele lucenti a coronarle i capelli “dona profezia e sogni luminosi”. Una fanciulla di luce radiosa che porta fortuna, abbondanza e il dono dell’Amore sublime.


***

Per approfondire:
L’antica Luce di Santa Lucia [1]
I Dolci di Santa Lucia: Lussekatter e Paste Frolle [2]


Fonti

Lucia, Child of Light. The history and traditions of Sweden’s Lucia celebration, di Florence Ekstrand, Skandisk, Minnesota, 2003
L’antica Luce di Santa Lucia [3], testo e ricerca di Violet per Il Tempio della Ninfa
Il giorno di Santa Lucia [4]

Immagine: Saint Lucy, di Tasha Tudor

Ringrazio la bellissima fanciulla svedese che a lungo mi ha raccontato delle sue tradizioni legate alla festività di Santa Lucia, e che con mia gioia mi ha cantato “Natten går tunga fjät” nella sua splendida lingua.


Testi e traduzioni di Violet. Vietata la riproduzione anche parziale senza il permesso dell’autrice e senza citare la fonte.




Questo articolo è stato inviato da Il Tempio della Ninfa
  http://www.tempiodellaninfa.net/public/

La URL di questo articolo è:
  http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=293

Links in questo articolo
  [1] http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=236
  [2] http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=237
  [3] http://www.tempiodellaninfa.net/public/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=236
  [4] http://ontanomagico.altervista.org/santa-lucia.htm